Autore: Pietro Zotta

L’Inter punta ad avere un portiere che si possa alternare con Sommer nel prossimo calciomercato: occhi su Bento, che, però, costa sempre di più Mehdi Taremi e Piotr Zielinski sono già presi. Poi si unterà a un attaccante, un difensore e, soprattutto, a un portiere. Il nome sul taccuino di Piero Ausilio, già dalla scorsa estate, è quello di Bento Matheus Krepski, estremo difensore dell’Athletico Paranaense, l’innesto di prospettiva che serve tra i pali ai nerazzurri. Quest’anno a mettere e mani sullo scudetto ci ha pensato Yann Sommer, classe 1989. Il portiere svizzero, che ha firmato fino al 2026, però, ha già 35 anni e l’idea dei nerazzurri è…

Continua a leggere

Nel prossimo calciomercato arriverà anche la firma sul nuovo contratto di Nicolò Barella: l’Inter vuole blindare il suo vice-capitano Blindare i propri gioielli. Dopo aver festeggiato lo scudetto, l’Inter lavorerà per definire i rinnovi dei contratti dei due calciatori più rappresentativi: Lautaro Martinez e Nicolò Barella. Rispettivamente capitano e vice-capitano della squadra campione d’Italia. I discorsi con il centrocampista sono avviati da mesi. Barella si sente interista, è legatissimo alla maglia e ai tifosi e ha tutta l’intenzione di rimanere a lungo in nerazzurro. Il desiderio è proseguire insieme e presto si metterà nero su bianco questa voglia, considerando anche che l’attuale contratto ha scadenza giugno 2026.…

Continua a leggere

Tra i colpi di calciomercato per l’Inter ci sarà anche il rinnovo di Lautaro Martinez: per l’attaccante quasi pronto il contratto fino al 2029 L’Inter ha finalmente vinto il ventesimo scudetto. La lunga cavalcata degli uomini di Simone Inzaghi si è conclusa con la vittoria nel derby. Il modo migliore per vincere, festeggiando in casa dei rivali di sempre. E con il tricolore è in arrivo anche il rinnovo di Lautaro Martinez, il capitano, che si prepara ad alzare al cielo il primo scudetto della sua carriera (da capitano). Come confermato anche da Piero Ausilio, l’intenzione dell’Inter è di chiudere ogni discorso prima della prossima stagione. La scadenza al 30…

Continua a leggere

Nessun tweet, nessun post: silenzio totale del Milan, che, dopo lo scudetto dell’Inter, non si è ancora congratulato con i campioni d’Italia Silenzio tombale. A oltre un giorno dal derby che ha consegnato lo scudetto all’Inter, non c’è ancora traccia di post di congratulazioni sui social del Milan. Tutto tace su fronte rossonero che, né tramite X (Twitter) né tramite Instagram ha ancora fatto i complimenti ai nuovi campioni d’Italia. Anzi. L’ultimo post, su entrambe le pagine, è l’aggiornamento del risultato finale. Il classico “full time”. Poi il nulla. Nessun tweet, nessuna storia. Niente. Un comportamento che stona con quanto fatto – per esempio…

Continua a leggere

L’Inter vuole mettere a segno un grande colpo nel prossimo calciomercato: gli occhi di Beppe Marotta sono anche su Joshua Zirkzee La rosa dell’Inter per la stagione 2024/25 è praticamente già fatta con gl arrivi a zero di Mehdi Taremi e Piotr Zielinski. Ma manca qualcosa. Beppe Marotta ha in mente un colpo da scudetto. Un colpo da regalare a Simone Inzaghi come premio per una cavalcata sontuosa, conclusa con il ventesimo tricolore vinto in casa del Milan. E proprio al Milan potrebbe fare uno sgarbo di mercato. Ai nerazzurri per l’attacco piace molto Albert Gudmundsson, ma accanto a lui c’è un profilo ancora più interessante: Joshua Zirkzee, seguito molto da vicino…

Continua a leggere

Tutti i voti di un’Inter da scudetto: i migliori sono Lautaro Martinez, Hakan Calhanoglu e Simone Inzaghi. Che stagione di Marcus Thuram! Una stagione magica. Un campionato fantastico, chiuso nel migliore dei modi: l’Inter si porta a casa il ventesimo scudetto e lo fa nella notte del derby, regalandosi una festa da sogno. Merito dei goal di Francesco Acerbi e Marcus Thuram e di una squadra quasi imbattibile in Italia. La Gazzetta dello Sport ha dato i voti del campionato. E il 10 non poteva che essere per Lautaro Martinez e per Hakan Calhanoglu. Il capitano è il leader assoluto dello spogliatoio: Scudetto con fascia al braccio e record personale di…

Continua a leggere

È stata una notte magica per l’Inter, una notte da scudetto: da San Siro a Piazza Duomo, una festa conclusa con l’arrivo in tarda nottata dei calciatori Hanno aspettato tre anni, ma la gioia è scoppiata. Una festa che è partita da San Siro fino ad arrivare in Piazza Duomo. Una notte per tutti i tifosi dell’Inter, sotto una pioggia ben poco primaverile, ma che non ha certo scoraggiato chi ha voluto festeggiare in grande. Senza restrizioni, come tre anni fa, quando il Covid aveva un po’ tarpato le ali alla voglia di fare festa. Un clima di festa partito da San Siro e andato…

Continua a leggere

Steven Zhang non ha perso tempo dopo lo scudetto, chiamando subito Inzaghi e i suoi dirigenti: grande emozione per il presidente dell’Inter Steven Zhang ha raggiunto Angelo Moratti. Il presidente dell’Inter alza al cielo il suo secondo scudetto e, con sette trofei, raggiunge il papà di Massimo che, però, può vantare, tra i suoi sette, ben due Coppe dei Campioni, solo sfiorata da Steven un anno fa. Dalla Cina non ha perso tempo, chiamando subito in spogliatoio i dirigenti e Simone Inzaghi, che presto firmerà il rinnovo fino al 2027. Un messaggio emozionato, pieno di orgoglio, come scrive La Gazzetta dello Sport: Wow, 20. Che numero! 20…

Continua a leggere

Hakan Calhanoglu domina a centrocampo nel derby contro il Milan: tiene i tempi dell’Inter e si merita voti altissimi. E’ la sua rivincita Era il suo derby. La sua rivincita. Hakan Calhanoglu non ha tremato, non si è fatto innervosire dal Milan e ha giocato una partita fantastica. Di copertura e di regia, esaltandosi nel momento migliore. Nel momento del suo primo scudetto italiano, vinto proprio in casa di chi lo aveva festeggiato prendendolo tanto in giro due anni fa. L’Inter si affida a Calhanoglu soprattutto in fase di copertura e il turco è sempre lì. Copre le linee di passaggio e fa ripartire velocemente. Non segna,…

Continua a leggere

I voti di Marcus Thuram per un derby contro il Milan giocato ancora da protagonista: il suo goal manda l’Inter tra le stelle E’ stata la notte degli interisti. E’ stata la notte di Marcus Thuram. Il francese, come nel derby d’andata è decisivo per la vittoria finale con il secondo goal che, all’inizio del secondo tempo, piega il Milan e indirizza in modo definitivo il derby verso i nerazzurri. Non era iniziata al meglio la serata di Thuram, con l’errore nel primo tempo sul goal del potenziale 2-0. Ma “Tikus” si è fatto perdonare e i voti per questa partita non possono che essere alti.…

Continua a leggere